MASTER AVANZATO DI COACHING INCONSCIO APPLICATO
MASTER AVANZATO DI COACHING INCONSCIO APPLICATO

Come studiare la PNL


Sul sito ufficiale della Society of NLP anche Bandler e Lavalle sono chiari e inequivocabili. La PNL non è terapia. Period. (cioè: punto!) scrivono sulla nuova versione del sito purenlp.com:

« IF NLP is NOT Therapy, then what is it? NLP is a meta discipline. That is, it is a discipline of disciplines. It is the study of the structure of subjective experience and what can be calculated from that. »

It: Se la PNL non è una terapia, cos’è allora? La PNL è una meta-discipline. Cioè la disciplina delle discipline. Lo studio della struttura dell’esperienza soggettiva e cosa può essere dedotto da esso.

(Fonte: https://www.purenlp.com/recent-articles/2016/11/8/nlp-neurolinguistic-programming-is-not-therapy-period)

Io ho frequentato la scuola di Paul McKenna che certificava per la Society of NLP. Tutti i miei certificati sono registrati con il marchio e un numero di registrazione della Society. Oggi la Paul McKenna Training Company di Londra è stata egregiamente sostituita da NLP Life Training di Bernardo Moya e che ogni anno una o due volte l’anno ospita Richard Bandler, McKenna e altri trainer per formare migliaia di europei. In Italia esistono valide scuole che certificano con questa associazione e altre scuole, altrettanto valide, che certificano con altre società. L’importante è sapere prima cosa si otterrà, quale sia il percorso e cosa si vuole fare delle conoscenze acquisite.

I passaggi per studiare la PNL sono definiti ma flessibili, dipende dalla scuola. Ciò che è definito sono i tre corsi principe: il primo passo con il Practitioner, il secondo con il Master Practitioner e l’ultimo con il Trainer’s Training. La Society of NLP richiede un programma preciso da rispettare e un numero minimo di giorni da proporre per ciascun certificato. Altre scuole italiane hanno aggiunto corsi al percorso principale per approfondire conoscenze di coaching e per indirizzare l’applicazione del coaching a sport, azienda, life.

Vediamo i tre corsi principali in dettaglio:

  • Practitioner di PNL
    È il primo corso e che consegna il primo vero certificato di PNL. Permette di conoscere le proprie potenzialità, come usare la PNL come modello per comunicare con sé stessi, superare i propri limiti, gestire passato e futuro.
  • Master Practitioner di PNL 
    È il secondo step nella formazione in PNL e fornisce pratica su strumenti per la maggior parte già visti nel primo modulo ma qui rivisti in funzione relazionale, cioè in aiuto anche ad altri. 
  • Trainer’s Training
    La Society of NLP lo organizza a Orlando. Si tratta dell'ultimo step che permette ai qualificati partecipanti di insegnare la PNL e di certificare secondo i dettami della Society of NLP. Altre scuole di PNL hanno titoli simili per permettere ai propri studenti di certificare a propria volta.

La Society of NLP è storica, importante, riconosciuta, validissima. Tuttavia, altre scuole italiane e estere oggi vantano bravissimi trainer. Se vuoi scegliere il corso di PNL per te, scegli in base a ciò che vuoi fare, la location, i tempi di formazione e i costi naturalmente.









  • Chi è un coach incisivo? Chi è un coach incisivo?

    I coach che escono dal Master MACIA sono persone competenti, con qualifiche e formazione alle spalle e che - grazie al master - aggiungono l’ingrediente segreto: la fluidità! La fluidità nell’utilizzare il meta modello, nel fare domande, nell’assistere e non dire… E poi fluidità nel proporre l’esercizio giusto, giusto per il tuo cliente/coachee, giusto per il momento, per il luogo di coaching, giusto per il tuo stile e tipo di coaching. La fluidità nel lavorare con la mente cosciente e inconscia del coachee.

    Prosegui qui

  • Come si sceglie lo strumento di coaching da proporre? Come si sceglie lo strumento di coaching da proporre?

    Lo strumento di coaching perfetto non esiste. Esiste lo strumento (sotto forma di esercizio proposto) giusto per te, per il tuo stile comunicativo, per il tipo di coaching che usi, per il luogo in cui vi trovate (sì, perché il coaching può essere fatto anche con altre persone attorno) e anche assecondando l’apertura del tuo coachee in quel momento della vita. Esistono strumenti più consci e strumenti più inconsci. Da quali vuoi iniziare? Al Master MACIA che puoi seguire online distinguiamo strumenti, proponiamo protocolli e...

    Prosegui qui

  • Perché è fondamentale lavorare con la mente inconscia del coachee? Perché è fondamentale lavorare con la mente inconscia del coachee?

    Se sai che, per avere successo nel coaching, è inevitabile lavorare anche con la mente inconscia: quali esercizi appartengono più a una comunicazione “logica” e quali più a una comunicazione “emotiva/abitudinaria”? Facciamo due esempi. Se la persona che ti chiede assistenza volesse cambiare un automatismo o un’abitudine? Cosa proporresti? Alternative? E COME le proporresti? E poi? Come installeresti il tutto nella sua mente inconscia? Al Master MACIA partiamo daile situazioni tipiche del coachee per poi risalire a...

    Prosegui qui

  • Come si sceglie lo strumento di coaching da proporre? Come si lavora con la mente inconscia del coachee?

    Lo strumento di coaching perfetto non esiste. Esiste lo strumento (sotto forma di esercizio proposto) giusto per te, per il tuo stile comunicativo, per il tipo di coaching che usi, per il luogo in cui vi trovate (sì, perché il coaching può essere fatto anche con altre persone attorno) e anche assecondando l’apertura del tuo coachee in quel momento della vita. Esistono strumenti più consci e strumenti più inconsci. Da quali vuoi iniziare? Al Master MACIA che puoi seguire online distinguiamo strumenti, proponiamo protocolli e...

    Prosegui qui

  • Cosa sono e come uso le visualizzazioni durante un incontro di coaching? Cosa sono e come uso le visualizzazioni durante un incontro di coaching?

    Le visualizzazioni sono usate pochissimo dai coach oggi, eppure la PNL ne sfrutta i vantaggi da quarant’anni. Le visualizzazioni non sono sconosciute, sono confuse. Molti di noi, compresi molti coach, confondono le visualizzazioni con la meditazione o con l’ipnosi. Le visualizzazioni esistono nella nostra mente comunque. Tutti noi visualizziamo volenti o nolenti. Tu conosci le visualizzazioni “passive” del tuo cliente? Sai come si motiva? Demotiva? Racconta il passato? Il futuro? Le aspettative? La sua crescita? Al Master...

    Prosegui qui

  • Le visualizzazioni sono ipnosi? Le visualizzazioni sono ipnosi?

    Non è solo scendendo dieci graditi virtuali che si cambia… Non si cambia solamente facendo una passeggiata virtuale sulla spiaggia… Le visualizzazioni possono essere motivanti o di processo. Possono partire in uno stato emotivo positivo o neutro, partire da un semplice respiro di rilassamento o da una posizione comoda. Possono essere “passive”, cioè non volute dal coachee o “attive” cioè volute e costruite insieme al coach. Cosa ha bisogno di vedere, dirsi, provare il tuo coachee per fare un passo verso il suo...

    Prosegui qui

MACIA

Il Master Avanzato di Coaching Inconscio Applicato, si rivolge a coach che vogliono migliorare la propria pratica di coaching.

 CCA Italia, Master in coaching

Contatto

Hai una domanda? Scrivici a info@ccaitalia.com e ti risponderemo entro 48 ore.

 

Open Day

Prenota qui il tuo posto per l'Open DAY del venerdì 14/12/2022 via ZOOM.



© Copyright Wide srl 2022 - P.IVA: 05378370968


© Copyright Wide srl 2022 - P.IVA: 05378370968
Termini & Condizioni | Privacy Policy | Assistenza Clienti